Come iniziare con i Bitcoin

Per iniziare ad affacciarsi al mondo virtuale dei bitcoin uno dei metodi più veloci e sicuri è quello di iscriversi a Coinbase, una piattaforma di trading online exchange gratuita attiva in ben 32 paesi e nata nella Silicon Valley nel 2012 che permette l’apertura di un conto per l’acquisto della criptomoneta, la ricezione di pagamenti nella stessa e il cambio in bitcoin dalla valuta locale.

La piattaforma è affidabile e di semplice utilizzo.

Come iscriversi a Coinbase

Se anche voi siete interessati ad approfondire questo argomento vediamo insieme come iniziare con i bitcoin e guadagnare grazie ad un bitcoin account.

Per iniziare con i bitcoin e iscriversi a Coinbase bisogna dare le proprie generalità, inviare i propri documenti utili per l’autenticazione (sono accettati il passaporto, la carta d’identità e la patente in corso di validità), associare la carta di credito o il conto bancario e iniziare a comprare i bitcoin in tutta sicurezza.

Come iniziare con i Bitcoin a guadagnare e a non perdere soldi

Oltre a Coinbase altre piattaforma exchange sicure e affidabili sono ad esempio Kraken, Bitfinex e Bitstamp.

Dal mining al mercato virtuale: ecco perché tutti vogliono i bitcoin

Creata da Satoshi Nakamoto e inizialmente usufruita solo dai miners attraverso il mining della blockchain, tra l’altro con un altissimo dispendio di energia elettrica e denaro in hardware e software, oggi questa moneta digitale si pone al centro dell’attenzione di tutti coloro che si interessano al criptomercato e anche di coloro che vogliono semplicemente acquistare o scambiare questa moneta virtuale con metodi più semplici e diretti.

Per questo sono nate piattaforme che permettono di iniziare con i bitcoin in maniera semplice e sicura, come appunto le piattaforme exchange. 

Considerata oggi la moneta virtuale più importate in circolazione, nonché la prima in ordine di creazione –  la sua realizzazione risale al 2009 –  bitcoin è senz’altro la criptomoneta più famosa e richiesta dai trader e dagli internauti di tutto il mondo.

Utenti in ogni angolo del pianeta –  in numero sempre maggiore – cercano infatti con sempre maggior foga di comperarla, minarla o venderla forti della sua versatilità d’acquisto e delle ottime – seppur oscillanti – previsioni future, che ne vedono per ora un forte aumento di valore sia nel lungo che nel breve periodo.

Ledger Nano X - The secure hardware wallet

Come nasce un bitcoin?

Generare un bitcoin non è un gioco da ragazzi, non è certamente per tutti, ma con le giuste carte in regola tutti possono imparare ad estrarre la criptovaluta più celebre del mondo. Per comprendere come nasce un bitcoin bisogna familiarizzare con l’intero processo estrattivo della moneta matematica in questione: il mining.

Diventare un minatore di bitcoin ad oggi, per fortuna, non richiede il recarsi fisicamente in miniera e cercare di estrarre oro o altri metalli preziosi con enormi sacrifici corporali, al contrario basta semplicemente un adeguato computer tra quelli deputati alla funzione specifica di mining e una connessione a internet.

Poste le dovute condizioni di base bisognerà creare un wallet, rispondente ad un vero e proprio portafoglio virtuale dove potranno confluire le monete virtuali estratte. Per farlo basterà visitare il sito ufficiale bitcoin.org e scaricare un piccolo software sul proprio dispositivo. Una volta completata l’installazione si dovrà creare un semplice indirizzo bitcoin, necessario a tutte le operazioni di invio e ricezione della criptovaluta.

Fatto ciò, si è entrati a far parte del magico mondo di bitcoin e si può iniziare a minare scaricando un altro software specifico sul proprio computer unitamente a tutta la Blockchain. Da lì in poi si comincia la gara a chi risolve prima il problema matematico e guadagna di più validando il blocco!

Cosa sono i bitcoin e come si usano?

Bitcoin: una definizione
I bitcoin sono una forma di criptovaluta, nonché un sistema di pagamento, creato 10 anni fa da un programmatore che si fa conoscere con lo pseudonimo di Nakamoto. Tale valuta non fa riferimento ad alcun ente o istituto finanziario.

Si tratta infatti di uno strumento legato esclusivamente al mercato. Il valore del bitcoin, infatti, viene determinato di volta in volta dal rapporto tra domanda e offerta in modalità peer-to-peer. Attraverso un database che collega diversi nodi della rete e analizza il numero delle transazioni. Per creare nuova moneta, il sistema si basa sulla crittografia.

Come usare i bitcoin
Tramite un’attività che si definisce mining, è possibile generare nuovi bitcoin.
In alternativa, si possono guadagnare attraverso programmi di affiliazione oppure acquistati. I bitcoin possono essere spesi sia online sia presso alcuni negozi fisici che supportano questa nuova tecnologia.

Cosa vuol dire minare?

Il mining è il processo tramite il quale il sistema Bitcoin crea la propria moneta.

Il sistema Bitcoin memorizza ed archivia tutti i trasferimenti di denaro in archivi speciali, comunemente chiamati blocchi, per poter aggiungere un blocco all’immenso archivio pubblico contenente ogni transazione effettuata sulla piattaforma, è indispensabile che un calcolatore riesca ad ottenere il codice di chiusura di tale blocco, operazione che può effettuare solo provando numerosi codici generati dall’elaboratore, fino a scovare quello giusto.

Una volta inserito il codice giusto il blocco verrà immediatamente congelato, impedendo qualsiasi ulteriore modifica.
A tutti coloro che riescono ad individuare il codice di cristallizzazione del blocco viene inviata come ricompensa la somma di ben 25 Bitcoin, corrispondente attualmente a circa 194.000 euro, questo significa minare Bitcoin.

Cosa si intende per Blockchain?

La tecnologia blockchain può essere spiegata banalmente come un registro pubblico di tutte le transazioni avvenute con una determinata criptovaluta.
Possiamo immaginare questo registro come composto da una catena di blocchi contenenti le transazioni effettuate fino ad ora.

Per validare una transazione tutti i nodi della rete devono dare il loro consenso, per questo motivo il sistema è detto decentralizzato. La blockchain si basa su chiavi private e grazie a ciò il sistema è crittografato: ogni utente ha una propria chiave identificativa che gli permette di effettuare transazioni con altre persone.

Copie della blockchain sono salvate sui nodi della rete, questo significa un sistema decentralizzato e con una tracciabilità dei trasferimenti ineluttabile. Inoltre i dati scritti nel registro blockchain sono inalterabili e impossibili da manomettere.

Le potenzialità di questa tecnologia sono tuttora in fase di applicazione e studio.