Come generare Bitcoin

Spieghiamo cos’è Bitcoin in sintesi: il Bitcoin è una cripto valuta creata nel duemilaotto da Satoshimi Nakamoto, pseudonimo di una persona ancor’oggi ignota.

Per farla breve, il Bitcoin è un tipo di moneta digitale creata sfruttando la potenza di calcolo dei computer. Subisce svariati abbassamenti ed innalzamenti nel corso del tempo, per cui investire in Bitcoin potrebbe essere rischioso così come non potrebbe esserlo se siamo fortunati e c’è molta richiesta in corso nel mercato.

Come generare Bitcoin legalmente e diventare ricchi

Allora iniziamo: per generare bitcoin bisogna dapprima creare un portafoglio digitale, fatto ciò si passa alla fase due, ovvero scoprire come riempire questo portafoglio con la cripto-valuta.

Esiste un metodo, per esempio, attraverso la quale è possibile generare bitcoin facendo eseguire calcoli matematici al computer. Questa tecnica viene chiamata “Mining” e richiede sia una grossa potenza di calcolo sia un grande dispendio energetico quindi eseguirla su un “computer domestico” non è la migliore delle idee siccome non riuscirebbe proprio ad eseguirla in maniera fruttuosa.

È proprio per questo motivo che è stata trovata una soluzione: il “Mining Pool”, che consiste nel far eseguire quest’attività, il Mining dei bitcoin, dal nostro computer più altri connessi tra di loro in remoto in modo tale da riuscire ad avere abbastanza potenza di calcolo per minare Bitcoin.

Ovviamente, dato che l’attività è gestita da più computer contemporaneamente, il prodotto ottenuto dei Bitcoin viene diviso equamente tra tutti i computer che vi hanno contribuito.

Inoltre generare bitcoin può avvenire in due modi: sia tramite il download di applicazioni sia online. Entrambi possono richiedere calcoli matematici alla GPU del computer o alla CPU di questo.

Bisogna tenere in conto che in entrambi i casi la complessità di questi calcoli aumenta con il passare del tempo e che possano verificarsi le conseguenze sopra riportate. Generare bitcoin direttamente online è semplice: esiste, per esempio, Bitcoin Plus che permette di estrarre monete digitali sfruttando Java che richiede potenza di calcolo alla CPU che, però, è meno fruttuoso rispetto al Mining a carico della GPU.

In pratica, generare bitcoin velocemente non richiede solo un computer ben assemblato e di nuova generazione e quindi di qualità, ma necessita anche di quantità, quindi si può solo immaginare la potenza di calcolo richiesta.

Un altro metodo per generare Bitcoin è quello delle affiliazioni, in quanto è possibile registrarsi a dei siti, del tipo QoinPro, che ti permette di guadagnare una cifra non elevata di bitcoin quotidianamente senza eseguire nessun tipo di attività praticamente.

Per aumentare il guadagno qui, invece, è possibile invitare persone tramite il proprio referal link in modo tale da farle registrare ed ottenere una ricompensa in cambio.

Sebbene sia comunque meglio di niente, bisogna essere consapevoli che qui il guadagno non è elevato e quindi conseguentemente non bisogna aspettarsi entrate di livello economico molto alte.

Infine c’è la soluzione più semplice e veloce: comprare direttamente Bitcoin da un sito apposito ed autorizzato, registrarsi e selezionare il metodo di pagamento attraverso il quale si vogliono ricaricare i Bitcoin richiesti.

Come nasce un bitcoin?

Generare un bitcoin non è un gioco da ragazzi, non è certamente per tutti, ma con le giuste carte in regola tutti possono imparare ad estrarre la criptovaluta più celebre del mondo. Per comprendere come nasce un bitcoin bisogna familiarizzare con l’intero processo estrattivo della moneta matematica in questione: il mining. Diventare un minatore di bitcoin ad oggi, per fortuna, non richiede il recarsi fisicamente in miniera e cercare di estrarre oro o altri metalli preziosi con enormi sacrifici corporali, al contrario basta semplicemente un adeguato computer tra quelli deputati alla funzione specifica di mining e una connessione a internet.

Poste le dovute condizioni di base bisognerà creare un wallet, rispondente ad un vero e proprio portafoglio virtuale dove potranno confluire le monete virtuali estratte. Per farlo basterà visitare il sito ufficiale bitcoin.org e scaricare un piccolo software sul proprio dispositivo. Una volta completata l’installazione si dovrà creare un semplice indirizzo bitcoin, necessario a tutte le operazioni di invio e ricezione della criptovaluta.

Fatto ciò, si è entrati a far parte del magico mondo di bitcoin e si può iniziare a minare scaricando un altro software specifico sul proprio computer unitamente a tutta la Blockchain. Da lì in poi si comincia la gara a chi risolve prima il problema matematico e guadagna di più validando il blocco!

Cosa vuol dire minare?

Il mining è il processo tramite il quale il sistema Bitcoin crea la propria moneta.

Il sistema Bitcoin memorizza ed archivia tutti i trasferimenti di denaro in archivi speciali, comunemente chiamati blocchi, per poter aggiungere un blocco all’immenso archivio pubblico contenente ogni transazione effettuata sulla piattaforma, è indispensabile che un calcolatore riesca ad ottenere il codice di chiusura di tale blocco, operazione che può effettuare solo provando numerosi codici generati dall’elaboratore, fino a scovare quello giusto.

Una volta inserito il codice giusto il blocco verrà immediatamente congelato, impedendo qualsiasi ulteriore modifica.
A tutti coloro che riescono ad individuare il codice di cristallizzazione del blocco viene inviata come ricompensa la somma di ben 25 Bitcoin, corrispondente attualmente a circa 194.000 euro, questo significa minare Bitcoin.

Cosa sono i Bitcoin e come si usano?

Bitcoin: una definizione
I bitcoin sono una forma di criptovaluta, nonché un sistema di pagamento, creato 10 anni fa da un programmatore che si fa conoscere con lo pseudonimo di Nakamoto. Tale valuta non fa riferimento ad alcun ente o istituto finanziario. Si tratta infatti di uno strumento legato esclusivamente al mercato. Il valore del bitcoin, infatti, viene determinato di volta in volta dal rapporto tra domanda e offerta in modalità peer-to-peer. Attraverso un database che collega diversi nodi della rete e analizza il numero delle transazioni. Per creare nuova moneta, il sistema si basa sulla crittografia.

Come usare i bitcoin
Tramite un’attività che si definisce mining, è possibile generare nuovi bitcoin.
In alternativa, si possono guadagnare attraverso programmi di affiliazione oppure acquistati. I bitcoin possono essere spesi sia online sia presso alcuni negozi fisici che supportano questa nuova tecnologia.

Cos’è e come funziona il mining?

Win or lose? Il mining è il processo di estrazione delle monete virtuali che giungono alla loro libera circolazione grazie al lavoro computazionale che fanno i cd. miners, inarte “minatori” e i loro speciali computers dalla potenza di calcolo incredibile. Tecnicamente il lavoro che è chiamato a svolgere un singolo miner è quello di risolvere un problema matematico nel minor tempo possibile.

L’algoritmo del processo di mining inizia a funzionare nel momento in cui ciascun blocco di transazioni ha raggiunto il numero minimo necessario per essere iscritto nella Blockchain: il libro mastro contabile ufficiale dove vengono registrate tutte le transazioni effettuate in criptovalute. Raggiunto il numero minimo, le transazioni devono essere validate e inserite nel registro. Questa registrazione attraversa il processo di mining, un percorso grazie al quale i minatori fanno a gara tra di loro per aggiudicarsi la fee di validazione del blocco di transazioni. La fee consiste nella commissione della singola transazione compiuta, attribuita al vincitore che riuscirà a minare il blocco per primo.

Vincere la competizione significa, per ogni miner, aver avuto la fortuna di indovinare la soluzione del problema matematico attribuito alla convalida del blocco, unitamente alla somma di tutte commissioni correlate.